A terrible race of longings

valeriu dg barbu

Trilingual text: English, Italian and Romanian

The fingers of the wind fondling the longings
The infirmities take deep roots in the hostile soil
It flourished the wet eyelids and I see myself willow
here, on the only side of the river of the imperious need of oblivion
And as the ray that can no longer return
Not even the sound again in the flesh of the instrument
I let myself be nibbled to exhaustion and not-I hope to all pointless reincarnations

Image

Una terribile razza di nostalgia
Le dita del vento accarezzano le nostalgie
Le incapacità prendono radici profonde nei suoli ostili
Mi fioriscono umido le palpebre e mi vedo salice
qui, sull’unica riva del fiume dell’imperioso bisogno dell’oblio
E come il raggio che non può più tornare
Neppure il suono di nuovo nella carne dello strumento
Mi lascio rosicchiato a esaurimento e non-spero a tutte le inutili reincarnazioni

Image

O rasă…

View original post 59 altre parole

Pubblicato il maggio 19, 2014, in notizie con tag , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: